L’ultima iterazione nella gamma di protocolli di rete Wi-Fi, Wi-Fi 6 promette un’esperienza di navigazione web più veloce e più sicura rispetto al suo predecessore. La tecnologia vanta velocità di navigazione veloce, una migliore durata della batteria, ridotta congestione della rete, e uno standard complessivo più efficiente rispetto al Wi-Fi 5. È stato anche progettato per coprire più dispositivi all’interno di un raggio più ampio. In questo articolo, daremo uno sguardo più da vicino a Wi-Fi 6 e il suo potenziale per cambiare il futuro di Internet wireless.

Che cos’è il Wi-Fi 6?
Wi-Fi 6, noto anche come standard 802.11 ax, è l’ultima iterazione nella gamma di protocolli di rete. È il successore dell’attuale standard di rete 802.11 ac, altrimenti noto come Wi-Fi 5. Wi-Fi 5 è stato rilasciato nel 2014, mentre Wi-Fi 6 è arrivato cinque anni dopo, nel 2019. Entrambi gli standard hanno lo stesso scopo: fornire un gateway da cui le persone possono accedere a Internet. Tuttavia, ci sono differenze significative nelle loro caratteristiche e capacità.

L’Institute of Electrical and Electronics Engineers o IEEE è l’organizzazione responsabile della creazione di standard Wi-Fi 6. L’IEEE è l’autorità centrale per Internet wireless e stabilisce standard di rete ogni cinque anni. L’organizzazione ha anche il compito di cercare modi per migliorare la tecnologia in generale. Come con altri standard di rete, l’obiettivo principale dell’IEEE con Wi-Fi 6 è quello di spingere ulteriormente la tecnologia.

Con il tempo l’IEEE rilasciato Wi-Fi 5, il mondo era già di fronte a un sovraccarico di dispositivi che tutti avevano bisogno di connettersi a Internet. Man mano che le nuove tecnologie continuano a svilupparsi, ci sono sempre più dispositivi da affrontare. L’istituzione ne ha tenuto conto e ha cercato di creare uno standard che potesse ospitare un gran numero di dispositivi contemporaneamente. Questa capacità di ospitare dispositivi sarebbe diventata la caratteristica distintiva di Wi-Fi 6.

Un’altra organizzazione che svolge un ruolo significativo nell’implementazione di Wi-Fi 6 è la Wi-Fi Alliance, un’organizzazione senza scopo di lucro che rilascia la certificazione per i dispositivi per quanto riguarda la loro conformità agli standard di rete. Sono responsabili della certificazione dei dispositivi che superano anche i requisiti Wi-Fi 6. I dispositivi che superano la certificazione avranno un sigillo che indica “Wi-Fi 6 certificato.”

 

Quali caratteristiche ci si può aspettare da Wi-Fi 6?
Wi-Fi 6 è già un aggiornamento sostanziale rispetto al Wi-Fi 5, ed i due sono solo cinque anni di distanza. Inutile dire che la loro tecnologia si sta sviluppando a un ritmo rapido. L’IEEE potenziato Wi-Fi 6 in tutti gli aspetti, tra cui velocità, efficienza e sicurezza. Ha anche funzioni aggiuntive che non sono disponibili nella versione precedente.

Ecco alcune caratteristiche che dovete sapere su:

 

Velocità più elevate
Wi-Fi 6 ha circa tre volte la velocità massima o larghezza di banda per Wi-Fi 5. Ha una larghezza di banda massima di 10 Mbps, mentre il primo ha solo 3,5 Gbps. 10 Gbps velocizzerà i tempi di download per le tue app e i tuoi file e ti consentirà di eseguire applicazioni ad alta larghezza di banda con meno singhiozzi. È inoltre possibile collegare più dispositivi alla rete senza influire sulla copertura di ciascun dispositivo. Si può facilmente verificare questo quando si controlla la velocità di Internet.

Tuttavia, è importante notare che le velocità effettive dipenderanno comunque dalle velocità massime impostate dal provider di servizi Internet (ISP). Ad esempio, supponiamo che il tuo piano Internet abbia un limite di velocità di soli 5 Gbps. Anche se tu avessi un router Wi-Fi 6 in grado di 10 Gbps, il router sarebbe solo in grado di scaricare a quest’ultima velocità. Se si vuole massimizzare il vostro Wi-Fi 6 router, si dovrebbe ottenere un piano con un tappo che corrisponde alla sua capacità.

I router Wi-Fi 6 hanno anche la capacità di riconoscere i dispositivi che si trovano sul “bordo” della rete. Questi sono i dispositivi che sono fisicamente lontani dal router. Nel qual caso, il router invierà segnali più forti verso quei dispositivi. Questo aiuterà quei dispositivi per ottenere la stessa larghezza di banda come i dispositivi che sono più vicini al router.

 

Migliore durata della batteria
Target wake time (TWT) è un altro pezzo chiave per Wi-Fi 6. TWT consente al punto di accesso di un router di negoziare con i dispositivi Internet of Things (IoT), impostando intervalli per quando i dispositivi possono inviare e ricevere dati. Usiamo il termine “negoziare” nel senso che ogni dispositivo ha un diverso orario di sveglia.

Il modo in cui funziona è che il punto di accesso sveglia il dispositivo solo durante gli intervalli di tempo preimpostati. Ad esempio, è possibile impostare il punto di accesso al termostato per riattivare solo a intervalli di trenta minuti, dopo di che il punto di accesso si spegne di nuovo. Tra questi intervalli, il dispositivo rimarrà in modalità di risparmio energetico (PS).

Lo IEET mira questa particolare caratteristica a dispositivi IoT che sono alimentati da una fonte di alimentazione esterna come le batterie. Esempi di dispositivi che si adattano meglio a questa funzione includono termostati e sensori domestici di tutti i tipi. Aumentare il tempo di sonno dei dispositivi li aiuterà a risparmiare energia e durata della batteria.

 

Congestione ridotta
La maggior parte delle persone può riguardare l’esperienza di provare a connettersi a Internet in una stanza piena di persone che sono anche collegate alla stessa rete. Per la maggior parte, l’esperienza è quasi sempre accompagnata da una sorta di interruzione. Questo accade perché la rete è sovraffollata, e si dispone di troppi dispositivi in competizione per la larghezza di banda. Wi-Fi 6 cerca di risolvere questo problema impiegando una varietà di meccanismi per distribuire la larghezza di banda.

Il primo è chiamato multiutente, input multiplo, output multiplo (MU-MIMO). MU-MIMO divide la larghezza di banda complessiva in quattro flussi con uguale allocazione della larghezza di banda. Tuttavia, nel caso del Wi-Fi 6, i flussi sono il doppio di quello del MU-MIMO per un totale di otto flussi che forniscono pari quantità di larghezza di banda.

L’ortogonale frequency division multiple access (OFDMA) è un’altra caratteristica cruciale. Questa tecnologia riduce la latenza dividendo una frequenza radio in blocchi più piccoli chiamati unità di risorse (RUS). Il router assegna un’IF a ciascun dispositivo della rete. In questo modo, quando la tecnologia trasmette segnali radio, tutti i dispositivi sulla rete sono in grado di riceverli in egual misura. Questo approccio consente ai segnali di arrivare a più dispositivi client contemporaneamente.

 

Blocco dei segnali esterni
Un’altra caratteristica fondamentale è quello che chiamano stazione di servizio di base colorazione (BSS) colorazione. Questa funzione segna le trasmissioni provenienti dalla rete con un identificatore speciale o ” colore.”Supponiamo che le trasmissioni del tuo vicino si riversino nel tuo spazio, il router saprà quali segnali ignorare e quali prestare attenzione.

 

Maggiore sicurezza
Wi-Fi 6 differisce anche dal Wi-Fi 5 in termini di protocolli di sicurezza. L’IEEE ha progettato un nuovo protocollo di sicurezza Wireless Protected Access 3 (WPA3) per migliorare i protocolli di sicurezza originali utilizzati in Wi-Fi 5 (WPA-2). Protegge la rete da potenziali intrusi, rendendo più difficile per le persone non autorizzate di indovinare la password di rete. Anche la selezione della password è ora meno complicata consentendo agli utenti di impostare password più facili da ricordare. Inoltre, protegge i dati anche dopo che la rete è stata compromessa.

 

compatibilità
L’IEEE ha imposto che ogni nuovo standard dovrebbe avere compatibilità con le versioni precedenti. Detto questo, il Wi-Fi 6 è anche completamente compatibile con le versioni precedenti. Ciò significa che non sarà necessario acquistare un set completamente nuovo di dispositivi per usarlo. La maggior parte dei dispositivi che possiedi probabilmente funzionerà con lo standard, anche se non supportano lo standard 802.11 ax.

Tuttavia, tieni presente che non esiste una garanzia completa per la compatibilità. C’è sempre la possibilità che un dispositivo non funzioni con una rete Wi-Fi 6 a causa di motivi diversi. Ad esempio, un dispositivo legacy che può funzionare solo con un punto compreso tra 1 e 2 Mbps potrebbe non funzionare con un router Wi-Fi 6. Allo stesso modo, un dispositivo che non dispone del supporto WPA3 non può connettersi a una rete Wi-Fi 6. Alcuni router richiedono anche un aggiornamento del driver o un aggiornamento manuale prima di poter ospitare una rete Wi-Fi 6.

Ci vorrà del tempo prima che il pubblico adotti veramente lo standard Wi-Fi 6. Anche ora, la maggior parte delle aziende non ha aggiornato completamente i propri dispositivi per seguire lo standard Wi-Fi 6. Ciò significa che la maggior parte dei dispositivi che vedi nei negozi supporta ancora il Wi-Fi 5. Tuttavia, l’IEEE si aspetta che il mercato della tecnologia tenga il passo.

 

Che cos’è il Wi-Fi 6E?
Se si guarda attraverso le impostazioni del router, si potrebbe notare che ha due frequenze: 2,4 GHz e 5 GHz. Queste frequenze o” bande ” trasportano i dati che passano da e verso la rete wireless. Tutte le versioni degli standard wireless hanno fatto affidamento sulle bande 2.4 GHz e 5 GHz per trasferire i dati, tra cui Wi-Fi 5 e Wi-Fi 6. All’inizio del 2020, la Federal Communications Commission degli Stati Uniti ha concesso l’accesso non regolamentato a una banda più potente chiamata banda 6 GHz. Sfortunatamente, l’apertura della banda 6 GHz è arrivata troppo tardi per la versione originale del Wi-Fi 6. In poche parole, la versione originale non è riuscito a incorporare modi per i dispositivi di accedere alla banda 6 GHz. Per porre rimedio alla situazione, l’IEEE ha creato un’altra versione dello standard e lo ha chiamato Wi-Fi 6E. La “E” nel titolo sta per “extended.”

Il Wi-Fi 6E è essenzialmente identico al Wi-Fi 6 in termini di specifiche, tranne che può attingere alla banda 6GHz. Avere accesso alla banda 6 GHz ha molti vantaggi. Per cominciare, non molte reti hanno usato la band, quindi è relativamente senza ostacoli. Questa è una buona pausa dalle bande standard, che sono già anguste. Supporta anche fino a otto volte più bande radio rispetto allo standard 5 GHz. Con questa capacità arriva una spinta in larghezza di banda, velocità più elevate e latenza inferiore. Questo lo rende ideale per i giochi di realtà virtuale e le videoconferenze ad alta definizione.