Che cosa succede se un giorno le vostre priorità cambiano e il vostro luogo di residenza ottiene nel modo di loro? Questo problema è stato sollevato da Colin O’Donnell, CEO di Kibbo e ha cercato una soluzione che si traducesse in una città utopica a rotazione dotata di tutto il necessario per i millennials.

Kibbo si descrive come “un nuovo modo di vivere e lavorare dove vuoi senza rinunciare alle relazioni o alle comodità di casa.”Il suo obiettivo principale è quello di generare una comunità sensibile con la convivenza umana e, a sua volta, muoversi ovunque i bisogni lo guidino.

Questa città del futuro sottoscrive l’idea che la comunità non dovrebbe essere legata a costosi immobili che le impediscono di esercitare la sua libertà. Nelle parole di O’Donell, si basano più ” sulle esperienze che sul possesso.”Questo stile di vita è pensato soprattutto per la generazione millenaria, che non cerca di formare una famiglia, ma di appartenere a comunità di questo tipo, focalizzate sulla modernità senza sacrificare la loro libertà. Anche se non è esclusivo, ma piuttosto inclusivo per tutti i tipi di persone.

“A Kibbo, stiamo lavorando attivamente per costruire una comunità diversificata e inclusiva. Vogliamo creare uno stile di vita più sostenibile, accessibile ed equo che sia uno spazio aperto, accogliente e sicuro per persone di ogni estrazione.”

Comunità emergente per millennials: Kibbo
Non si tratta di parchi RV, Kibbo si intensifica al livello successivo. È piuttosto una comunità di persone che vivono in furgoni con accesso alle basi operative. Al momento sono destinati solo ad esplorare la costa occidentale degli Stati Uniti. Installato a Ojai, Z, Black Rock Desert e Big Sur, con sedi urbane a San Francisco, Silicon Valley e Los Angeles.