Le zucche di Halloween, o Jack-o’-lantern come sono conosciute in inglese, sono forse l’emblema più rappresentativo della caratteristica festa dell’autunno; la Notte dei morti. Arriva ottobre e con esso, centinaia di zucche intagliate con luci brillanti all’interno, alcune più terrificanti di altre, adornano i cortili in nazioni come gli Stati Uniti. La verità è che l’origine delle zucche di Halloween è un miscuglio di storie diverse, le più antiche provenienti dal vecchio continente.

Zucche nella tradizione celtica
L’origine delle zucche di Halloween risale a centinaia di anni fa. Un fatto che non partecipa al dibattito in corso tra feste americane e il Giorno dei Morti. Piuttosto, questa tradizione ha una storia ancora più antica e mistica, che proviene dalle culture celtiche europee. In particolare dalla festa celtica chiamata Samhain, che è stata celebrata il 1 ° novembre.

I celti avevano la convinzione che la notte del 31 ottobre il velo tra i vivi e i morti fosse offuscato. Per proteggersi dai morti, le persone indossavano costumi per mescolarsi con loro e scolpivano volti spaventosi sui tuberi in modo da non essere disturbati dalle anime circostanti.